La meditazione di Seneca sulla vita e sulla morte (Lettera IV)

Il piacere, la gioia, infantilismo, ruolo della filosofia, la morte, la riflessione sulla caducità di tutto, per apprezzare la vita, per poter vivere non bisogna abitare nel timore della morte. Se ti interessa lo Stoicismo, dai un’occhiata al mio corso facendo un clisk qui https://www.udemy.com/course/lo-stoicismo/?referralCode=3821B72F8BFF8062AC21

Il concetto di libertà stoica

Prima di parlare della posizione stoica, vorrei fare un paio di osservazioni su Eschilo e sulla proairesi. Spesso i protagonisti delle tragedie di Eschilo si trovano di fronte a delle alternative e giungono a una decisione. Il tema della decisione attraversa tutta la trilogia dell’Orestea, lo troviamo nelle Supplici, nell’Agammenone. Queste …

La filosofia come cura: oltre Platone e la Stoà greca

© Maurizio Bisogno 2017 Nell’ultimo video (Platone e la salute mentale) indicavo come la concezione etica di Platone reclamasse una posizione importante nella filosofia come cura. Il discorso sulla giustizia e sulla verità è strettamente legato alla salute dell’individuo e della società. Questo paradigma, iniziato con il Socrate di Platone, …

Tra genitori e figli: una gara di nobiltà (Seneca)

[La version française est disponible ICI] Il rapporto tra genitori e figli può essere visto sotto un’ottica senecana alla luce della sua riflessione sui benefici. In genere, si dice che il genitore ha dato la vita a un figlio come se gli avesse dato un bene, mettendolo al mondo gli …

Nota pratica sul controllo delle passioni

Se vuoi capire correttamente il dominio e il controllo delle passioni, devi immaginare una grande pentola piena d’acqua messa sul fuoco. Il punto d’ebollizione dell’acqua rappresenta la soglia oltre la quale la tua emozione si scatena liberamente, per esempio il momento in cui la tua ira esplode. Se intendi controllare …

Ma tu sei felice?

Tutti vogliono essere felici, eppure restano confusi quando chiedi loro cosa li renderebbe tali. Il metodo suggerito da Seneca consiste nel chiederci innanzitutto a che cosa noi aspiriamo e poi metterci in cammino sulla strada più idonea al raggiungimento della meta. “La regola alla quale dobbiamo più fedelmente attenerci è …

Back to Top