Tag: verità

NASA o Giordano Bruno?

Le vicissitudini delle teorie copernicane e delle teorie di Giordano Bruno dimostrano come spesso gli uomini rimangono in uno stato di ignoranza a causa della loro intolleranza e della loro tendenza a credere solo in ciò che vedono. Il mondo ha una natura duplice, materiale e spirituale e la scienza, limitandosi solo alla conoscenza materiale, non accederà mai alla conoscenza vera del mondo. La NASA annuncia la scoperta di nuovi pianeti dove la vita sarebbe possibile mentre Bruno nel 1584 affermava l’esistenza di più mondi: la scienza rincorre i mistici? Se ci basiamo solo sulle nostre percezioni sensoriali fisiche possiamo

Continue reading

L’attualità del discorso sulle libertà civili (2)

Non che questo metodo sia qualcosa di nuovo, si tratta, infatti, del metodo razionalista che Mill ripropone soprattutto per esprimere la critica seguente: la maggior parte delle persone, considerate ricercatori della verità, non lo applicano affatto, anzi si arroccano su un terreno dogmatico. “Novantanove persone su cento tra coloro che si considerano persone con un’istruzione sono in questa condizione… non si sono mai gettati nella posizione mentale di coloro che pensano in maniera diversa da loro e non hanno mai preso in considerazione ciò che queste altre persone hanno da dire; di conseguenza, essi non conoscono, nel senso proprio del

Continue reading

Cos’è più importante la Libertà, la Giustizia, la Felicità o la Verità?

©Maurizio Bisogno In primo luogo dovremmo sapere cosa sono queste ‘cose’, e quindi, per parlarne, posso solo supporre un qualche terreno comune in modo da poter ipotizzare che stiamo parlando più o meno della stessa cosa. Si può dire che non ci potrebbe essere giustizia senza libertà; d’altro canto, per essere libero si deve agire all’interno della verità. E poi, come è mai possibile immaginare la giustizia senza la verità? Bisogna considerare che libertà e giustizia hanno a che fare con la ragion pratica. La felicità, dal canto suo, è un fine della vita. A questo punto, importa veramente ciò

Continue reading

PENSARE CON LA PROPRIA TESTA, OVVERO PENSARE IL PENSATO

“Qualcuno, durante una discussione, mi ha detto: “Ho deciso che ho raggiunto l’età in cui devo pensare con la mia testa”. Ciò mi ha spinto ad interrogarmi sul senso di una frase del genere. Anche perché è sempre molto difficile saper distinguere colui che pensa veramente con la propria testa da chi non lo fa. Per Descartes, per esempio, cominciare a pensare con la propria testa ha significato fare come se egli fosse stato il primo a pensare. Pensare con la propria testa ha avuto per lui il senso di buttare a mare tutti quelli che hanno pensato prima di

Continue reading