Lo storico e il poeta

«Non è compito del poeta raccontare ciò che realmente è accaduto, ma cose che potrebbero accadere; possibili, quindi, secondo verosimiglianza e necessità. Infatti lo storico e il poeta non differiscono fra loro per il motivo che questo scrive in versi e quello in prosa: storico e poeta differiscono perché l ‘uno racconta ciò che è accaduto e l’altro ciò che potrebbe accadere. Di conseguenza la poesia è più filosofica e più nobile della storia, in quanto narra l’universale, mentre la storia il particolare. » Aristotele, Poetica, 1451a.35-1451b.5,

Back to Top