La grandezza dell’agire umano

di Maurizio Bisogno 2016

Se facciamo le cose guidati unicamente dalla preoccupazioni di non fare cose pessime, se non ci prefiggiamo di fare cose ottime, allora otterremo soltanto risultati mediocri.

Questo vale per esempio per quelle opere che produciamo seguendo tutte le regole dell’arte, ma nelle quali non immettiamo alcuna grandezza di spirito e di intento.

Chiediamoci allora questo: che cosa rende grandi le nostre opere? Ma è l’illusione, la quale è la sola capace di travalicare i ristretti confini della ragione. Senza l’illusione, niente potrà mai assurgere al rango di bello, grande, magnifico, sublime.

L’illusione si innesta direttamente nella natura mentre la ragione, disconstandosene, ci inchioda nel recinto mediocre della tecnica. La nostra epoca, dominata quasi esclusivamente dalla tecnica, non può produrre nulla di realmente grande.


 

Back to Top