Note sulla guerra.

Partiamo dalla seguente affermazione di Seneca: Il bene dell’uomo non è nell’uomo se non quando la ragione è perfetta, Lettere, 124, 11 Il bene deriva dalla ragione che è anche la nostra guida nella ricerca del primo. Solo l’uomo che fa uso della ragione può aspirare al bene nella sua vita. Ora, estendiamo il principio anche a coloro che prendono decisioni per gli altri, decisioni che hanno conseguenze per il mondo intero, quindi ci chiediamo: Quanta ragione hanno coloro che decidono di iniziare o provocare una guerra? Da che punto di vista la guerra può essere vista come un bene? […]

Se vuoi leggere liberamente gli articoli sottoscrivi un abbonamento.
Se ti interessa soltanto un articolo, invia un’email a kam@mauriziobisogno.com.
Il costo di un singolo articolo è $5.–
Grazie per il tuo sostegno a un ricercatore indipendente.
Questo contenuto è protetto da password; inserisci la password qui sotto per continuare la lettura.


RIMANI SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi un'email ogni qualvolta viene pubblicato un nuovo articolo.

Invalid email address
Puoi cancellare la tua iscrizione quando vuoi!