La carta XXI dei Tarocchi – Il Mondo e la chiusura del cerchio.

 La chiusura del cerchio. Dall’1 al 21.

L’energia fondamentale.

di B.M.Angel

[Tratto da Alla ricerca del Segreto Iniziatico, https://www.amazon.it/dp/B01A179YB2]

Si possono fare tante ipotesi sulla natura umana. Si possono elaborare teorie supportate dalla pratica dei ricercatori; i vari filosofi ci possono dire più o meno verbosamente chi siamo o chi non siamo. Quello che è certo è che ci sono forze fondamentali, essenziali, elementari che reggono il nostro corpo e il nostro spirito. Una di queste forze è sicuramente l’energia vitale che per brevità chiamiamo energia sessuale, sia nella sua forma esplicita che in quella indiretta, elaborata, trasformata. L’esistenza e la forza di questa energia e il suo ruolo fondamentale nella nostra esistenza sono innegabili.

Quando si risveglia in noi essa ci trasforma in una torcia e, come tale, sta a noi usarla per infiammare o illuminare, per distruggere o per realizzare. Essa è una forza divina e diabolica. Quella stessa forza può essere usata per guarire o per ferire. È una spada d’amore o uno strumento d’odio. E in questo si svela l’arcano: la chiave del Bene e del Male è la stessa; la stessa chiave apre sia la porta del Bene che quella del Male. Tale è il motivo per cui essa viene consegnata solo a chi è puro nel suo volere, solo a chi è guidato da uno spirito i cui fini, le cui mete volano alte sopra le bassezze umane.

Che cos’è quest’energia? Non saprei rispondere a questa domanda con una descrizione «scientifica» ma tu lo scoprirai da te, io possono solo dirti che si tratta di una carica, un fluido che attraversa il corpo e la mente e si rafforza nell’incontro con un altro spirito con cui entra in una comunicazione profonda. Quando questa comunicazione si instaura, l’energia si rafforza e accelera, va dal corpo dell’uno al corpo dell’altro, sempre più velocemente fino a creare una fascio circolare di luce che da A a B, attraversa B per intero e ritorna ad A, e così in un continuo, fino a quando uno dei due o entrambi i corpi sono preparati a resistere. I due corpi vanno a costituire come un cerchio di luce che fluisce continuamente e produce scintille, e produce un alone di varia brillantezza. Una volta stabilito questo contatto, esso procede variando la sua intensità e al suo apice si risolve in un mare tranquillo mentre tutto intorno ne trae beneficio. Esso, infatti, si espande verso l’esterno del cerchio e vivifica, seppur brevemente, tutto ciò che tocca. Guarda la carta del Mondo e capirai!

Il Mondo è la carta numero 21 che indica il punto d’arrivo dell’evoluzione spirituale – il mondo celeste. Al centro della carta è rappresentata una figura femminile in movimento: Venere? Beatrice? Regina del mondo. La corona d’alloro è il simbolo del successo assoluto – ora ci si può fermare, la ricerca è arrivata al suo scopo.

La bacchetta, sicuramente magica, è lo strumento che capta e unifica le le energie e, come nel Bagatto (carta n. 1), in cui erano presenti tutti e quattro gli elementi ma in una forma bruta, rozza, terrestre, ora li ritroviamo di nuovo. Essi ritornano, seppur trasfigurati, alla fine del percorso iniziatico. E infatti:

La Terra: il Toro, Luca.

Il Fuoco: il Leone, Marco.

L’Acqua: l’Aquila, Giovanni.

L’Aria: l’Angelo, Matteo.

Il processo iniziatico ha finalmente raggiunto il suo scopo – la trasformazione-trasmutazione è avvenuta. Il sentiero verso l’ignoto si è aperto di nuovo, ma ora puoi seguirlo guidato dalla luce e dall’umiltà. Dominio del mondo esteriore, dominio di sé, integrità e umiltà: ecco la manifestazione della forza individuale. Una conclusione del percorso che non è che l’inizio di uno nuovo.

Siamo partiti dall’energia del corpo umano fondamentale, ne abbiamo seguito brevemente il processo di sviluppo e di comunicazione, quindi, scoprendo la carta Il Mondo, siamo pervenuti alla descrizione del punto d’arrivo, alla chiusura del ciclo, quel punto in cui il percorso iniziatico si chiude soltanto per aprire un nuovo percorso che forse un giorno saremo in grado di descrivere se ce ne sarà data la conoscenza e l’esperienza.

Sapere. Osare. Tacere.

Buona giornata!

[Tratto da Alla ricerca del Segreto Iniziatico, https://www.amazon.it/dp/B01A179YB2]

Back to Top