PENSARE CON LA PROPRIA TESTA, OVVERO PENSARE IL PENSATO

“Qualcuno, durante una discussione, mi ha detto: “Ho deciso che ho raggiunto l’età in cui devo pensare con la mia testa”. Ciò mi ha spinto ad interrogarmi sul senso di una frase del genere. Anche perché è sempre molto difficile saper distinguere colui che pensa veramente con la propria testa da chi non lo fa. Per Descartes, per esempio, cominciare a pensare con la propria testa ha significato fare come se egli fosse stato il primo a pensare. Pensare con la propria testa ha avuto per lui il senso di buttare a mare tutti quelli che hanno pensato prima di […]

Se vuoi leggere liberamente gli articoli sottoscrivi un abbonamento.
Se ti interessa soltanto un articolo, invia un’email a kam@mauriziobisogno.com.
Il costo di un singolo articolo è $5.–
Grazie per il tuo sostegno a un ricercatore indipendente.
Questo contenuto è protetto da password; inserisci la password qui sotto per continuare la lettura.


RIMANI SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi un'email ogni qualvolta viene pubblicato un nuovo articolo.

Invalid email address
Puoi cancellare la tua iscrizione quando vuoi!